Migliori Azioni da Comprare nel 2023, ecco Dove Investire

La pubblicità digitale e l’assistenza sanitaria sono due settori in rapida crescita da poter scegliere dove investire nel 2023.

Pinterest è tornato alla redditività e la crescita degli utenti sta tornando.
Vertex Pharmaceuticals continua a crescere profitti e quote di mercato mentre lavora per espandersi in mercati maturi per la rivoluzione.

Un titolo favorito dalla pandemia e un titolo di crescita sanitaria hanno ciascuno qualcosa da aggiungere al portafoglio dell’investitore a lungo termine.
Dalla tecnologia ai beni di consumo alla sanità, nell’ultimo anno pochi titoli in crescita sono stati risparmiati dall’ira del mercato più ampio. Gli investitori che sono rimasti sul mercato durante questi alti e bassi lo sanno meglio di chiunque altro. Anche ora, con i timori di una recessione ancora aleggianti come una nuvola sui mercati finanziari e le condizioni economiche ancora contrastanti, i titoli in circolazione con aziende pronte a una crescita continua stanno ancora andando forte e beneficiando di un flusso di forti giorni di mercato.

Il mercato potrebbe mostrare segni di inversione di tendenza, ma indipendentemente da ciò che accadrà nelle prossime settimane o mesi, ecco due fantastici titoli con un potenziale di crescita mostruoso che gli investitori resistenti al rischio possono acquistare senza esitazione nel 2023.

Leggi anche: I consigli di investimento di Economia Italia

Migliori Azioni da Comprare nel 2023, ecco Dove Investire

1.Pinterest

Pinterest ( PIN 2,84% ) potrebbe vedere una luce alla fine del tunnel dopo un anno difficile (che ha seguito un grande anno colpito dalla pandemia) e un panorama macro ancora impegnativo. L’ultimo trimestre del 2022 ha visto l’azienda tornare alla redditività GAAP , sostenuta da una crescita costante delle entrate, degli utenti attivi mensili e delle entrate medie per utente nel periodo di 12 mesi.

La società ha registrato un utile netto di 17,5 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2022. Nel frattempo, i ricavi per l’intero anno sono stati di 2,8 miliardi di dollari, un aumento del 9% rispetto al periodo dell’anno precedente. Gli utenti attivi mensili e le entrate medie per utente sono cresciute rispettivamente del 4% e del 10% nel periodo di 12 mesi. Vale la pena notare che la gestione non si concentra solo sulla crescita della sua base di utenti attivi mensili, sebbene questo sia ovviamente un elemento chiave della sua strategia a lungo termine. È importante sottolineare che l’azienda si sta concentrando sul continuare a monetizzare la sua base di utenti attivi e i numeri confermano che questo approccio sta funzionando.

La piattaforma di Pinterest è un parco giochi ideale per i commercianti per fare pubblicità ai consumatori praticamente in ogni settore, con la sua selezione di immagini e video che vanno da semplici spille ad annunci reali su cui gli utenti possono fare clic e da cui acquistare. I contenuti video sono anche una parte importante della strategia di crescita a lungo termine di Pinterest. Bill Ready ha affermato nella chiamata sugli utili 2022 dell’azienda che non solo la fornitura di contenuti video è aumentata del 30% su base sequenziale nel quarto trimestre dell’anno, ma che oltre il 30% delle entrate dell’azienda è stato derivato da annunci sotto forma di brevi video.

L’attuale panorama macro sta pesando pesantemente sulle aziende in una vasta gamma di settori, quindi non sorprende che, poiché la spesa pubblicitaria rimane in continuo mutamento, ciò possa continuare a influire sul ritmo di crescita che Pinterest registrerà nei prossimi trimestri. Tuttavia, l’azienda sta facendo progressi su una moltitudine di fronti chiave e la sua crescente monetizzazione e fidelizzazione della sua base di utenti indicano che le sue iniziative pubblicitarie stanno funzionando bene. In un ambiente di spesa meno vincolato, Pinterest sembra ben posizionato per beneficiare di un aumento dei dollari pubblicitari e anche gli investitori con la pazienza e la forza d’animo per superare queste acque agitate potrebbero trarne vantaggio.

2.Vertex Pharmaceuticals

Vertex Pharmaceuticals ( VRTX -0,50% ) potrebbe non essere il nome familiare di molti titoli sanitari, ma questa società continua a dimostrare il suo potenziale continuo ea lungo termine con trimestre dopo trimestre di solidi rapporti finanziari. L’intero anno 2022 è stato un altro di una serie di anni di crescita costante e forte per l’azienda.

Anche se Vertex Pharmaceuticals ha ancora solo quattro prodotti approvati nel suo portafoglio fino ad oggi, continua a incassare entrate e profitti mentre costruisce la strada verso il successo della sua pipeline in aree chiave del mercato dei farmaci per malattie rare. Tutti i farmaci approvati dall’azienda trattano la fibrosi cistica. Tuttavia, è importante notare che questi farmaci sono gli unici modulatori CFTR che sono arrivati ​​sul mercato. I modulatori CFTR prendono di mira la causa alla base della fibrosi cistica e, invece di essere un trattamento una tantum, i pazienti devono assumere questi farmaci ogni singolo giorno.

Il fatto che i modulatori CFTR non stiano solo migliorando la qualità della vita, ma anche la longevità dei pazienti affetti da fibrosi cistica significa che esiste un bisogno duraturo, e persino crescente, dei prodotti Vertex Pharmaceuticals. Anche con la sua ampia presenza nello spazio terapeutico della fibrosi cistica, la direzione ha affermato di ritenere che ci siano ancora fino a 20.000 pazienti affetti da fibrosi cistica in tutto il mondo che potrebbero assumere i suoi prodotti, ma non lo stanno ancora facendo. Il vantaggio della prima mossa dell’azienda significa che è ben posizionata per beneficiare e approfondire le notevoli opportunità di mercato non sfruttate di questo spazio.

Nel frattempo, Vertex Pharmaceuticals ha una pipeline di candidati che potrebbero affrontare un’ampia gamma di malattie rare. Questi includono exa-cel, una potenziale cura funzionale una tantum per l’anemia falciforme e la beta talassemia trasfusione-dipendente (questo potrebbe essere approvato non appena 2023), VX-548, un candidato non oppioide per il dolore acuto e VX- 147, mirato alla rara malattia renale mediata da APOL1.

Vertex Pharmaceuticals ha registrato un fatturato totale di $ 9 miliardi nel 2022, con un utile netto di $ 3,3 miliardi. Rispetto all’intero anno 2021, le sue linee superiori e inferiori sono aumentate rispettivamente del 18% e del 42% nel 2022. Il titolo è aumentato di circa il 30% negli ultimi 12 mesi, rispetto al rendimento negativo dell’S&P 500 di circa 6 % nello stesso periodo. La storia della crescita di questo titolo sanitario è tutt’altro che finita e per gli investitori che cercano un titolo che possono acquistare e detenere a lungo termine, Vertex Pharmaceuticals merita sicuramente una seconda occhiata.

Risorse utili:

La Redazione di Economia Italia è formato da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.