Patent Box come avere sgravi fiscali per beni immateriali

Novità per Patent Box, il metodo per ricevere sgravi fiscali per brevetti, opere d’ingegno immateriali e marchi.
Emanato in data 10 Novembre un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate che prevede l’approvazione del modello necessario ad effettuare la comunicazione inerente l’opzione per il regime agevolato derivante dal possesso di beni immateriali (know how, opere dell’ingegno, disegni e modelli, marchi, ecc.). stabilendo per il 31 Dicembre del 2015 la scadenza per l’invio dell’istanza in modalità telematica.

L’opzione per il cosiddetto Patent box, è valida per un arco temporale di 5 anni, ma non si conoscono ancora diversi chiarimenti, in particolare per quanto riguarda le piccole e le medie imprese, riguardo l’effettiva convenienza per l’opzione per tale regime.
Con la circolare del 10 Novembre vengono fornite pertanto ulteriori informazioni (ricordiamo che la data di pubblicazione del decreto di attuazione è stata il 30 luglio 2015) inerente il regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dai beni immateriali (Patent box).

Patent Box come avere sgravi fiscali per beni immateriali

Patent Box, come ottenere sgravi fiscali per beni immateriali:

  • Il regime è stato comunque introdotto dalla legge di stabilità del 2015 (articolo 1, dai commi che vanno dal 37 al 45 della legge n. 190/2014) anche se si attendono ulteriori informazioni in merito.
  • Il regime fiscale denominato Patent box permette di beneficiare di una parziale esenzione (inerente si a l’ires che l’irap) per quanto riguarda i redditi che derivano dall’utilizzo diretto, o dalla concessione in uso a terzi, di beni immateriali (ossia beni intangibili quali marchi, disegni e modelli, know how, opere dell’ingegno, ecc.).

Di quanti sgravi fiscali si ha diritto con il Patent Box:

  • L’imponibile su cui non verranno applicate l’Ires e l’Irap è pari al 30 %del reddito agevolabile nel 2015, al 40 % del reddito agevolabile nel 2016 e al 50 % a partire dal 2017.
  • Per beneficiare dell’agevolazione nei periodi di imposta 2015 e 2016 l’opzione dovrà essere effettuata tramite una comunicazione telematica all’amministrazione finanziaria con modalità stabilite all’interno della Circolare datata 10 Novembre.  Nel 2017 l’opzione potrà invece essere effettuata direttamente in dichiarazione dei redditi e sarà valido per il periodo di imposta cui la dichiarazione si riferisce.

Detrazioni sanitarie per spese mediche modello 730 anno 2021

Detrazione spese universitarie

Regime forfettario

ISEE documenti e calcolo

Bonus Per famiglie

Elenco tasse in Italia

Bonus Mamma

Regime Forfettario  

Come aprire una Partita IVA

Chiudere la Partita IVA

Quanto costa un commercialista che tenga il regime forfettario 

Tasse in Italia

ITC, Operatore Turistico, SMM, pubblicista finanziario, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *