TARI 2017 Tassa sui Rifiuti Scadenza, Agevolazioni, Esenzioni, Riduzioni

Come promesso, iniziamo a pubblicare la scadenza della TARI 2017, la Tassa sui rifiuti, totalmente stravolta negli ultimi tempi.
Purtroppo non é cambiata solo il modo di chiamarla; la Tassa sui Rifiuti oggi si chiama TARI, fa parte delle tasse sulla casa e l’importo é notevolmente aumentato rispetto gli anni scorsi.
In qualche caso, é aumentata anche del 50% rispetto il pagamento della Tari (quando ancora si chiamava semplicemente tassa sui rifiuti) del 2010 o del 2011.

L’aumento della Tassa sui rifiuti é dovuto a varie cause, ma fondamentalmente la causa principale é sempre quella, cioé che la spesa per
Come avevamo accennato nei giorni scorsi, ogni Comune Italiano può disporre la scadenza della TARI come meglio crede, ma di seguito, Vi riportiamo i termini di pagamento che stanno arrivando a molti italiani a casa.

 

TERMINI DI PAGAMENTO TASSA SUI RIFIUTI 2017 (Per molti comuni italiani)

UNICA SOLUZIONE SCADENZA 16/06/2017
RATA N. 01 SCADENZA 31/03/2017
RATA N. 02 SCADENZA 31/06/2017
RATA N. 03 SCADENZA 31/07/2017
RATA N. 04 SCADENZA 30/09/2017

MODALITA’ DI PAGAMENTO TARI:

  • Presso gli sportelli postali, utilizzando i bollettini di conto corrente postale allegati con la lettera che Vi arriverà a casa
  • Presso gli uffici TARI di ogni azienda di smaltimento dei rifiuti ( di solito esclusivamente con bancomat o carta di credito).
  • Presso gli sportelli di EQUITALIA CENTRO S.p.a., senza consgi aggiuntivi e comunque, sempre utilizzando i modelli di pagamento che Vi sono stati recapitati a casa.
  • Tramite domiciliazione su conto corrente bancario o postale, utilizzando gli appositi modelli da scaricare presso i siti ufficiali delle varie aziende di smaltimento rifiuti.
  • Via internet, tramite il sito www.poste.it
  • Presso le casse dei supermercati Coop ( ma non tutti i comuni italiano hanno questo tipo di affiliazione)
  • Tramite modello F24 dell’Agenzia delle Entrate
  • Tramite smartphone o tablet, con l’App delle Poste Italiane.
  • Presso un tabaccaio

Riduzioni, agevolazioni, esenzioni della Tassa sui Rifiuti:

  • Anche qui, il regolamento varia da Comune a comune, ma – di base – é molto simile per tutti i comuni italiani.
  • Hanno agevolazioni le famiglie economicamente disagiate, le case dove non ci sono abitanti, chi fa raccolta differenziata, ma anche i locali adibiti a negozi o uffici, in certi termini. Di seguito, Vi portiamo alcuni esempi del Comune di Palermo.
  • ATTENZIONE: il termine per fare richieste di agevolazioni, riduzioni o esenzioni della Tassa sui rifiuti, é fissato per il 31/12 di ogni anno. Quindi, anche se quest’anno non lo avete fatto, potrete presentare la domanda per l’anno prossimo.

Cosa accade se non pago la tassa sui rifiuti:

  • Purtroppo, in una situazione in cui non tutti gli italiani hanno un lavoro, riuscire a pagare tasse così alte come è diventata la tassa sui rifiuti non è semplice. Molti italiani dopo aver perso il lavoro, non hanno più potuto accedere ad agevolazioni o esenzioni delle tasse, ma al contempo non sono riusciti ad estinguere importi così importanti.
  1. In caso dovesse succedere questo, dopo circa 1 anno che non si é pagato, arriva un primo avviso bonario, quindi
  2. dopo altri 6 mesi arriva un avviso con una mora, che può arrivare anche al +30% + spese dell’importo che non si é pagato.
  3. Nel caso in cui non si riuscisse a pagare nemmeno dopo ( ormai) quasi 2 anni, la pratica passerà all’Agenzia di riscossioni dello Stato, cioé Equitalia. In questo sito potete trovare tutte le procedure di riscossione di Equitalia.

.

agevolazioni tari tassa sui rifiuti

.

come pagare la tassa sui rifiuti

.

riduzioni tari tassa sui rifiuti

.

esenzioni tari tassa sui rifiuti

11 commenti

    1. Un bèl peso da sopportare, sia per famiglie che per single.

      Dovrebbero quantomeno studiare un altro metodo di calcolo, secondo me quello a produzione di immondizia sarebbe l'ideale, ma…

    2. A suo discapito va detto che il Governo, se volesse potrebbe abolirla del tutto questa benedetta TASSA SUI RIFIUTI o TARI come volete chiamarla.

  1. In tal caso ce la minano loro equitalia e il governo mafioso questo è pizzo allo stato puro non pagate niente solo cosi possiamo combatterli non pagate più le tasse , prima devono darci un lavoro con 3.500 euro al mese e poi sene parla ! Non solo ,non ci danno il lavoro ma pure minacciano .

  2. Perchè chiamarla tassa sui rifiuti? E’ un’imposizione di tipo medievale e cioé una vera e propria” gabella”. Mi spiego: se possiedo la casa in cui dimoro quasi tutto l’anno
    e pago la TA.RI per l’intero anno e possiedo un mini appartamento al mare dove risiedo due/tre mesi perchè devo pagare anche in quel Comune la TA.RI per l’intero anno. Ho 70 anni e non ho purtroppo acquisito il dono dell’ubiquità. Direte come si può controllare per quanto tempo uno occupa i locali per i quali si chiede la tassa?
    Semplice rilevandolo dai contatori dell’energia elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *