Riforma fiscale di TRUMP: conseguenze negli Stati Uniti e nel mondo

L’economia americana sta andando molto bene, molti dicono grazie alla riforma fiscale di Trump, che ha abbassato le tasse quasi a tutti.
Molti democratici contestano questa riforma fiscale, dicendo che così facendo si agevolano i ricchi e non i poveri.
I dati dicono che ci sono meno disoccupati di prima e che il PIL è in aumento non solo, la riforma fiscale di Trump non solo ha abbassato le tasse ma ha dato meno possibilità di detrarre le tasse proprio ai più ricchi.

La Riforma fiscale di Trump e le sue conseguenze

Già nell’ottobre 2016, i “milionari, miliardari, proprietari di jet privati” delle mega-città elitarie e liberali americane (cioè New York e San Francisco) hanno celebrato gli aumenti delle tasse che una presidenza di Hillary Clinton avrebbe indubbiamente ridotto in gola proclamandoli a essere un “dovere patriottico”. Sfortunatamente, ora che Trump ha dato loro esattamente ciò che apparentemente volevano … un’incredibile opportunità per “diffondere la loro ricchezza” … improvvisamente si sentono molto meno patriottici.

Naturalmente, come abbiamo notato numerose volte, mentre la maggior parte delle persone in tutto il paese e in tutto lo spettro di reddito trarranno beneficio dal pacchetto di riforme fiscali repubblicane, le persone che stanno per perdere sono quelle che vivono in alti stati fiscali con costosi beni immobili come le loro detrazioni di SALE, interessi ipotecari e imposte sulla proprietà saranno improvvisamente limitate.

E, come sottolinea Bloomberg oggi, molti affaristi di Wall Street a New York affogano i loro dispiaceri in una vodka costosa e considerando di trasferirsi in Florida.

 

Cosa ne pensa Wall Street del nuovo Fisco USA

Un trader, sorseggiando un Bloody Mary su un volo mattutino verso un posto più tropicale, ha detto che smetterà di registrarsi come repubblicano. Durante il tragitto, ha inviato più di una d

Riforma fiscale di TRUMP: conseguenze negli Stati Uniti e nel mondoozzina di messaggi di testo che strappa la fattura fiscale.

 

Una coppia di gestori di hedge fund ha detto che la fattura fiscale è troppo inclinata verso le società, piuttosto che le persone che dovrebbero ottenere più sollievo.

 

“I miei clienti sono giovani professionisti che lavorano duramente a Wall Street. Non ho molte buone notizie per loro “, ha detto Douglas Boneparth, un consulente finanziario a Lower Manhattan che consiglia le persone in tutto il settore. Molti ne stanno venendo a patti. “Non penso che qualcuno sarà sorpreso dalla realtà economica”.

LEGGI ANCHE >>> Pressione Fiscale in Italia e nel mondoTassazione Titoli di StatoQuanto sono tassate le rendite finanziarie?

“Questo fornisce un chiaro incentivo per i consulenti finanziari ad andare indipendenti”, ha dichiarato Louis Diamond di Diamond Consultants. “Stiamo ascoltando da molti clienti su questo; è solo un altro motivo per cui diventa sensato, economicamente, diventare un lavoratore autonomo. ”

Ma non tutti sono furiosi. Dopotutto, ci sono ancora alcune chicche fiscali per i newyorkesi come una soglia più alta per la tassa minima alternativa e un calo del tasso marginale superiore al 37% dal 39,6%.

Ad esempio, Mike Dean, un broker a New York per TP ICAP Plc, mantiene un atteggiamento positivo dicendo “Farò del male, ovviamente”, ma vede le tasse più alte equivalenti a “fare un investimento nel futuro dell’economia” “.

Altri ancora stanno prendendo in considerazione il passaggio a Stati con tasse più basse come la Florida e il Texas che, come osserva Todd Morgan, presidente di Bel Air Investment Advisors a Los Angeles, suona come una grande idea al punto che ti rendi conto che in realtà comporta lo sradicamento dell’intero famiglia e iniziare una nuova vita in una parte diversa del paese … qualcosa che generalmente non va molto d’accordo con i ragazzini … “Se sei già ricco, perché ti trasferiresti in un altro stato e vivrai in un altro vita solo per risparmiare un po ‘di tasse? Che cosa hai intenzione di fare con i soldi? Compra più vestiti? Mangia più cibo? “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *