Reddito di Cittadinanza, la proposta di Grillo e M5S

Reddito di Cittadinanza, la proposta di Grillo e M5S: torna prepotente nel dibattito economico e politico il reddito di cittadinanza, uno strumento sociale che permette a chi non ha un lavoro, di vivere dignitosamente.
E’ Beppe Grillo, capo non eletto del Movimento 5 Stelle, che dice di voler trattare con il PD sulle questioni RAI e Reddito di Cittadinanza, e lo ha fatto ieri dalle colonne del Corriere della Sera – di seguito l’intervista – Noi, prima di lasciarvi alla lettura di questa importante intervista ( sembra che nel Movimento 5 Stelle, finalmente ci sia una svolta politica) Vi ricordiamo che in molti stati del mondo , in varie forme, esiste il reddito di cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza, la proposta di Grillo e M5S

Ormai il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle sembra essere stato assorbito da controproposte sia della destra che della sinistra italiana, in particolare con il Governo Renzi è arrivato un Reddito Minimo sociale, che è stato dato a persone con particolari difficoltà economiche e solo in base ad un certo reddito ISEE.

Purtroppo il reddito di cittadinanza , significa dare lo stesso reddito a tutti i cittadini italiani, anche quelli che magari sono ricchi, ecco che già l’espressione reddito di cittadinanza di Grillo è sbagliata a prescindere.

Purtroppo l’idea non è sbagliata anzi, ma come al solito il Movimento 5 Stelle pecca di superficialità, di pressapochismo, non che troppo spesso anche gli altri partiti o addirittura organi dello Stato non siano stati pressappochisti, tutt’altro, ma Grillo ed il suo Movimento sembrano imbattibili in questo, tanto che vengono accusati apertamente di essere molto ignoranti anche se nella realtà i parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno il tasso di laureati più alto di tutti gli altri partiti politici con un 70% di laureati.

Reddito di Cittadinanza, la proposta di Grillo e M5S

proposta reddito cittadinanza grillo e m5s

Fonte fonte [fonte] [fonte: Leggi Europee]

3 commenti

  1. Caro Paolo, forse sei te che devi finire di credere a tutte le frottole che ti hanno raccontato, per diversi decenni, tutti gli altri tranne che questo che tu definisci pagliaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *