TARI Tassa sui Rifiuti 2018 Scadenza, Agevolazioni, Esenzioni, Riduzioni

Cos’è l TARI, come si calcola la tassa sui rifiuti, quand’è la scadenza, la rateazione, la possibilità di agevolazioni o esenzioni se si hanno pochi soldi.

Cme promesso, iniziamo a pubblicare la scadenza della TARI 2018, la Tassa sui rifiuti, totalmente stravolta negli ultimi tempi.
Purtroppo non é cambiata solo il modo di chiamarla; la Tassa sui Rifiuti oggi si chiama TARI, fa parte delle tasse sulla casa e l’importo é notevolmente aumentato rispetto gli anni scorsi.
In qualche caso, é aumentata anche del 50% rispetto il pagamento della Tari (quando ancora si chiamava semplicemente tassa sui rifiuti) del 2010 o del 2

L’aumento della Tassa sui rifiuti é dovuto a varie cause, ma fondamentalmente la causa principale é sempre quella, cioé che la spesa per
Come avevamo accennato nei giorni scorsi, ogni Comune Italiano può disporre la scadenza della TARI come meglio crede, ma di seguito, Vi riportiamo i termini di pagamento che stanno arrivando a molti italiani a casa.

TARI Tassa sui Rifiuti Scadenza, Agevolazioni, Esenzioni, Riduzioni

 

TERMINI DI PAGAMENTO TASSA SUI RIFIUTI 2018 (Per molti comuni italiani)

UNICA SOLUZIONE SCADENZA 16/06/2018
RATA N. 01 SCADENZA 31/03/2018
RATA N. 02 SCADENZA 31/06/2018
RATA N. 03 SCADENZA 31/07/2018
RATA N. 04 SCADENZA 30/09/2018

MODALITA’ DI PAGAMENTO TARI:

  • Presso gli sportelli postali, utilizzando i bollettini di conto corrente postale allegati con la lettera che Vi arriverà a casa
  • Presso gli uffici TARI di ogni azienda di smaltimento dei rifiuti ( di solito esclusivamente con bancomat o carta di credito).
  • Presso gli sportelli di EQUITALIA CENTRO S.p.a., senza consgi aggiuntivi e comunque, sempre utilizzando i modelli di pagamento che Vi sono stati recapitati a casa.
  • Tramite domiciliazione su conto corrente bancario o postale, utilizzando gli appositi modelli da scaricare presso i siti ufficiali delle varie aziende di smaltimento rifiuti.
  • Via internet, tramite il sito www.poste.it
  • Presso le casse dei supermercati Coop ( ma non tutti i comuni italiano hanno questo tipo di affiliazione)
  • Tramite modello F24 dell’Agenzia delle Entrate
  • Tramite smartphone o tablet, con l’App delle Poste Italiane.
  • Presso un tabaccaio

Riduzioni, agevolazioni, esenzioni della Tassa sui Rifiuti:

  • Anche qui, il regolamento varia da Comune a comune, ma – di base – é molto simile per tutti i comuni italiani.
  • Hanno agevolazioni le famiglie economicamente disagiate, le case dove non ci sono abitanti, chi fa raccolta differenziata, ma anche i locali adibiti a negozi o uffici, in certi termini. Di seguito, Vi portiamo alcuni esempi del Comune di Palermo.
  • ATTENZIONE: il termine per fare richieste di agevolazioni, riduzioni o esenzioni della Tassa sui rifiuti, é fissato per il 31/12 di ogni anno. Quindi, anche se quest’anno non lo avete fatto, potrete presentare la domanda per l’anno prossimo.

Cosa accade se non pago la tassa sui rifiuti:

  • Purtroppo, in una situazione in cui non tutti gli italiani hanno un lavoro, riuscire a pagare tasse così alte come è diventata la tassa sui rifiuti non è semplice. Molti italiani dopo aver perso il lavoro, non hanno più potuto accedere ad agevolazioni o esenzioni delle tasse, ma al contempo non sono riusciti ad estinguere importi così importanti.
  1. In caso dovesse succedere questo, dopo circa 1 anno che non si é pagato, arriva un primo avviso bonario, quindi
  2. dopo altri 6 mesi arriva un avviso con una mora, che può arrivare anche al +30% + spese dell’importo che non si é pagato.
  3. Nel caso in cui non si riuscisse a pagare nemmeno dopo ( ormai) quasi 2 anni, la pratica passerà all’Agenzia di riscossioni dello Stato, cioé Equitalia. In questo sito potete trovare tutte le procedure di riscossione di Equitalia.

.

TARI Tassa sui Rifiuti Scadenza, Agevolazioni, Esenzioni, Riduzioni

.

TARI Tassa sui Rifiuti Scadenza, Agevolazioni, Esenzioni, Riduzioni

.

tari cos'è

.

tari scadenza

 

TARI RIMBORSI E SCADENZE DI PAGAMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI

Stanno arrivando dei rimborsi sulla Tari, la tassa sui rifiuti a molti cittadini italiani.
Si tratta di rimborsi sul periodo 1° Gennaio  – 1° Gennaio , la cedola secca che abbiamo pagato a Giugno .
I rimborsi sono dovuti ad alcuni calcoli errati e si tratta di poche decine di euro.
Il rimborso sulla Tari ( una delle tasse sulla casa) però non arriva in contanti, ma scalerà la cedola di Giugno 2015; questo ci hanno segnalato dei cittadini italiani sul Nostro sito.

Termine di pagamento il 16 Giugno  ( unica soluzione), se ancora non avete pagato la tassa sui rifiuti fatelo, non aspettate che questa diventi una cartella di Agenzia Entrate, in quanto in quel caso ci saranno delle maggiorazioni.
Gli interessi passivi da pagare in caso salterete il pagamento, sono esigui se pagata entro il primo mese dopo la scadenza.

in questi giorni,ci sono delle segnalazioni di vecchie cartelle della tassa sui rifiuti non pagata. Ci sono degli utenti i quali, non avendone la possibilità ( per varie ragioni) hanno saltato degli anni di pagamento. Proprio in questi giorni stanno arrivando gli avvisi di pagamento da parte dei Comuni, con una penale che arriva anche al +30% dell’importo dovuto.
In queste cartelle di pagamento è specificato che bisogna pagare entro 30 giorni dall’arrivo della raccomandata altrimenti poi sarà l’Agenzia delle Entrate a riscuotere, con delle ulteriori spese.

La Tassa sui rifiuti – o TARI – fa parte della IUC, l’Imposta Unica Comunale, di cui fa parte anche la TASI, la Tassa sugli Immobili di prima abitazione, e sui torneremo in queste colonne per quanto riguarda la Tasi , tassa sulla casa quest’ultima, che va a sostituire l’IMU.

scadenza tari

 

Detrazione Tasse Modello 730 Certificazione Unica

Scadenza TARI:

  • Per ora non ci sono state novità per quanto riguarda la scadenza della TARI , e quindi dovrebbe rimanere sempre per il 16 Giugno nel caso in cui si decide di pagarla in una unica soluzione, oppure il 31 dicembre, nel caso in cui si scelga il pagamento rateizzato.
  • ATTENZIONE: essendo una tassa che varia da Comune a Comune, anche la data può variare di alcuni giorni o avere un numero diverso di rate ( o non averne affatto), comunque, di media la scadenza per il pagamento unico è intorno alla fine di Giugno.

Chi deve pagare la TARI :

  • La Tassa sui rifiuti va pagata da: proprietari degli immobili, dagli inquilini, da tutti coloro che sono dei titolari di imprese commerciali.

Come si calcola la tassa sui rifiuti TARI :

  • La tassa sui rifiuti, com’è noto si calcola in base ai metri quadri dell’abitazione/negozio . Nei parametri con cui viene calcolata la Tari, influisce anche il numero di abitanti e la rendita catastale della Vostra casa o immobile tassato e, naturalmente in base all’aliquota che ogni Comune avrà adottato.

Come si paga la TARI:

  • Almeno in questo, i contribuenti sono abbastanza facilitati, Ci arriverà a casa una cartella di pagamento, con scadenza 16 Giugno, dove però é possibile rateizzare il pagamento. Per quanto riguarda la rateizzazione, questa può cambiare da Comune a Comune ( 2 o 4 rate).
  • La Tari si può pagare anche con il Modello F24, oppure:
  • Potremo pagare quindi alle Poste,
  • Presso le sedi delle municipalizzate di Nettezza Urbana, cioè negli appositi uffici,
  • Direttamente da c/c ( con la domiciliazione),
  • Tramite internet sul sito di Poste Italiane,
  • Supermercati Coop ed altri affiliati ( c’è scritto nella fattura che vi è arrivata a casa).

Esenzione e Aiuti per il Pagamento TARI:

  • Nuclei familiari con indicatore ISEE inferiore ai 6 mila euro, sono del tutto esenti.
  • Contributo per famiglie povere è del 50% per nuclei familiari con indicatore ISEE fino a 7 mila e 500 euro.
  • Contributo per famiglie disagiate è del 30%, a famiglie con indicatore ISEE fino a 9 mila euro.
  • PS: attenzione: i contributi potrebbero variare da Comune a Comune

NB: questo articolo, è possibile oggetto di aggiornamento, nel caso in cui le norme per il 2017 dovessero cambiare.

LEGGI ANCHE : >> Come pagare meno tasse sulla seconda casaTasse su affitto casaTasse su vendita casaIMU calcoloImposta rifiuti su 1a casa

10 commenti

    1. Un bèl peso da sopportare, sia per famiglie che per single.

      Dovrebbero quantomeno studiare un altro metodo di calcolo, secondo me quello a produzione di immondizia sarebbe l'ideale, ma…

    2. A suo discapito va detto che il Governo, se volesse potrebbe abolirla del tutto questa benedetta TASSA SUI RIFIUTI o TARI come volete chiamarla.

  1. In tal caso ce la minano loro equitalia e il governo mafioso questo è pizzo allo stato puro non pagate niente solo cosi possiamo combatterli non pagate più le tasse , prima devono darci un lavoro con 3.500 euro al mese e poi sene parla ! Non solo ,non ci danno il lavoro ma pure minacciano .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *