Esenzione tasse, agevolazioni fiscali, bonus per famiglie 2016

E’ ora di vedere se abbiamo diritto a esenzione tasse, agevolazioni fiscali o dei bonus familiari per il 2016.

La forte pressione fiscale, unita alla più grande crisi economica delle Repubblica, spinge il contribuente a cercare ogni soluzione per cercare di pagare meno tasse.
Purtroppo alcuni si spingono fino a non pagare per niente le tasse, ad evadere, cosa che può far rischiare anche il carcere in certi casi, oltre che sonore multe.

Una delle prime cose legali che si possono fare per pagare meno tasse però, è quella di controllare se abbiamo diritto a delle esenzioni, a delle agevolazioni fiscali o a dei bonus familiari.

Non tutti sanno i contribuenti sanno a quante e a quali agevolazioni hanno diritto, così si ritrovano a pagare tasse molto più alte di quelle che potrebbero.

Il Nostro consiglio é sempre lo stesso: affidate la contabilità di tutte le Vostre tasse ad uno studio commercialista. Il rapporto che si instaura tra uno studio ed un semplice cliente, non é solo professionale ma anche umano, potrete trovarvi a pagare in modo del tutto proporzionale alle vostre entrate.
Scegliere uno studio commercialista dove potete trovare innanzitutto degli amici che vi aiutano a pagare meno tasse possibile, sempre restando all’interno di un ambito di legalità, potrebbe essere una grande fortuna di questi tempi.

Esenzione tasse, agevolazioni fiscali, bonus familiari 2016
  1. Social Card 2016: si tratta di una carta prepagata a cui hanno diritto cittadini italiani con età inferiore ai 3 anni ( gliela gestiranno i genitori) ed anziani over 65 anni.che abbiano però dei requisiti. La carta verrà data ogni due mesi e ci sono 40 euro al mese da spendere ( 80 ogni 2 mesi) per . prodotti sanitari, cibo, bollette di luce e gas. inoltre si ha diritto a degli sconti per la spesa, sconti che vengono fatti in determinate catene di negozi affiliate.
  2. Esenzione tasse e agevolazioni fiscali su bollette 2016: queste agevolazioni sono diverse da Comune a Comune e da ente ad ente. Comunque sono in base al modello ISEE e riguardano le bollette di luce, acqua, gas, elettricità, canone RAI e vanno dal numero di residenti, al reddito complessivo, fino a toccare altri fattori.
  3. Bonus bebé 2016: é l’aiuto che lo stato italiano da’ ai genitori dei bambini nati in italia, quindi ANCHE PER NON ITALIANI, l’importante è che siano in regola con i permessi di soggiorno. Una volta fatta la domanda, si potranno avere 80 euro al mese per ogni nuovo bambino nato per 1 anno ( se l’ISEE è più basso di venticinquemila euro all’anno)  e 160 euro al mese (se l’ISEE è più basso di settemila euro all’anno).
  4. Bonus libri 2016: hanno diritto al contributo per l’acquisto di libri per la scuola dell’obbligo, quelle famiglie sotto un certo reddito ISEE. I contributi alle famiglie in questo caso, sono diversi da Comune a Comune. Dove va fatta la domanda: la richiesta per avere un contributo per l’acquisto di libri per la scuola del’obbligo va fatta al locale Comune online o agli appositi sportelli entro il tempo stabilito , presentando oltre i normali documenti anche l’ISEE.
  5. Agevolazioni Fiscali Affitto 2016: si potranno portare in detrazione fino a 300 euro, questo però per redditi inferiori ai 15.493 euro l’anno. Arrivano fino a 500 euro l’anno di detrazione per giovani sotto i 35 anni, dove c’è la cedolare secca.
  6. Agevolazioni Mutuo Prima Casa: già nel 2014, il Tesoro ha stanziato 650 milioni di euro ( Gazzetta Ufficiale 31 luglio n° 226/2014 ) per aiutare nuclei familiari monogenitoriali con minori, giovani con meno di 35 anni di età e lavoratori atipici a comprare la prima casa. Chi ha queste caratteristiche, può andare in banca e farsi dare un mutuo ipotecario sulla prima casa con dei tassi di interesse agevolati e senza troppe garanzie accessorie.
  7. Bonus Arredi 2016: è stato prolungato il Bonus mobili per giovani coppie, sostanzialmente le regole sono sempre le stesse da rispettare per poter avere questo tipo di agevolazione fiscale, per un importo massimo complessivo di dieci mila euro e per un 50% dell’IVA pagata, dovranno essere allegate nel modello Irpef le fatture o gli scontrini.
  8. Art Bonus: non è specifico per famiglie, tutti possono sovvenzionare un’opera d’arte in Italia e avere degli importanti sgravi fiscali grazie a questo tipo di donazione, particolarmente indicata per imprenditori che guadagnano bene e che vogliano, con le loro tasse dare un notevole contributo alla Nostra cultura, un’ottima iniziativa di questo Governo.
  9. Agevolazioni TASI e IMU: per il 2016 sono allo studio agevolazioni su Tasi ed Imu, aggiorneremo questo paragrafo quando diverranno effettive.

Aiuti alle famiglie, bonus fiscali, agevolazioni, esenzione tasse:

Torneremo più e più volte in questi mesi su questi argomenti per approfondirli ed ampliarli.

Iscrivetevi alla Nostra Pagina Facebook per rimanere aggiornati:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *