giovedì 20 agosto 2015

Filled Under: , ,

Local Tax 2017 la nuova imposta sulla casa: cosa c'é da sapere

La Local Tax é la nuova tassa sulla casa per il 2017, nei prossimi giorni sapremo come funziona e quanto bisognerà pagare.
La Local Tax, andrà a sostituire IMU e Tasi e nel progetto iniziale dei tecnici delle imposte, doveva essere una imposta unica che doveva comprendere tutte le imposte che si dovevano versare agli enti locali per il possesso di un'abitazione, la pulizia delle strade e la loro illuminazione ( in pratica il Tributo per i Servizi Indivisibili, cioè la vecchia TASI).
Alla fine delle 'vacanze estive', io Governo deciderà quale dei progetti tecnici di nuova imposta locale verrà adottato, ma la cosa non é così semplice e si prevedono delle grandi difficoltà per il legislatore, disagi per i contribuenti ed un'enorme confusione per gli addetti ai lavori ( commercialisti e CAF) cioè coloro che dovranno compilare il modulo per pagare la Local Tax.

Agevolazioni Tasse sulla Prima Casa Come pagare meno tasse sulla seconda Casa
Addio IMU Scadenza Tasse sulla Casa
TARI Agevolazioni e Scadenze

Local Tax 2017: un fallimento annunciato?

La Local Tax potrebbe diventare un'arma a doppio taglio per il Governo Renzi. Se è vero che la volontà di accorpare tutte le tasse locali in solo 1a é encomiabile per far risparmiare tempo e quindi anche denaro al contribuente, é pur vero che le difficoltà tecniche per poter riuscire ad avere una sola tassa locale sono veramente tante.
Local Tax 2016 la nuova imposta sulla casa: cosa c'é da sapere
Purtroppo si sa che quando cambia il regime fiscale su un determinato bene o servizio, aumentano le difficoltà burocratiche. Il Governo Renzi ha recentemente annunciato che abolirà l'IMU sulla prima casa, e già questo metterà in difficoltà i tecnici. Se a questa difficoltà ci aggiungiamo un rinvio della riforma del catasto, e quindi una ulteriore mancanza di gettito fiscale calcolato sulle previsioni, si può capire bene che i conti difficilmente torneranno.
Quello che però interessa il cittadino, non sono tanto i problemi che avranno gli enti locali o il bilancio dello Stato, ma quanto costerà questa Local Tax.

Costo della Local Tax:

Siamo ancora molto lontani da una definizione di quanto costerà ad ogni cittadino la Local Tax nel 2017.
Indicativamente però, il calcolo che devono fare le famiglie italiane per poter mettere via i soldi e pagarla é piuttosto semplice: bisognerà aggiungere all'importo della TASI 2015 quello dell'IMU 2015 e questa somma dovrebbe corrispondere ( grossomodo) alla cifra che ci chiederanno per questa nuova tassa.

Local Tax 2017: le tasse locali che rimarranno:

La TARI ( la tassa sui rifiuti) rimarrà, perché non è una imposta, ma una tariffa e le 2 cose non si possono 'mischiare', dicono Pierpaolo Baretta e Luigi Marattin, rispettivamente sottosegretario all’Economia e Consigliere economico del premier, anche se Noi invece siamo di tutt'altro parere.
Anche altre piccole imposte locali rimarranno, come la Cimp, la Cosap e la Tosap.

Local Tax 2016 la nuova imposta sulla casa potrebbe causare più difficoltà che benefici al contribuente:

Purtroppo si sta verificando quello che Noi temevamo già mesi fa.
La Local Tax 2017, sarebbe una gran bella idea. Far pagare al cittadini 1a unica tassa, calcolata dagli enti locali, spedita a casa già compilata, con l'unico pensiero per il contribuente di dover racimolare i soldi per pagarla ( magari in più rate), sembra proprio un'utopia nel Nostro paese.
Come abbiamo detto più volte, il contribuente italiano é gravato non solo dal fatto di dover pagare tasse per importi altissimi rispetto al reddito, ma anche e sopratutto perché queste tasse sono frazionate in decine di piccole tasse e balzelli che cambiano almeno una volta all'anno.
Un contribuente ligio al dovere, deve perdere giorni e giorni lavorativi per fare i calcoli delle tasse, andare agli sportelli per pagare, oppure pagare cifre importanti ai professionisti per poter calcolare l'importo delle tasse da pagare.
Per quanto riguarda i professionisti poi, dovremo calare veramente un velo pietoso. Commercialisti e CAF dovranno ristudiarsi tutti i nuovi parametri, nuove esenzioni, nuovi documenti, un vero e proprio rompicapo che alla fine, come al solito si tradurrà in un aumento del costo per il calcolo della tassa locale in questione.

Ma cerchiano di non essere pessimisti, di non 'fare i Gufi', ed aspettiamo lo svilupparsi della situazione.



0 commenti:

Posta un commento

Link, pubblicità e commenti offensivi non potranno essere pubblicati