Come Pagare meno Tasse sulla Seconda Casa nel 2017

Consigli per pagare meno tasse sulla seconda casa. Secondo alcune stime, l’80% delle famiglie italiane ha una casa, molte di queste famiglie ha una seconda casa o più, ecco che cercare pagare meno tasse sulla casa inizia ad essere una domanda che molti italiani si fanno.

Se è vero che per 70 anni investire sul mattone era uno dei pochi investimenti sicuri e redditizi da fare, oggi come oggi avere una seconda casa, pure se piccola inizia ad essere una spesa, e anche parecchio pesante, in alcuni casi.

La maggior parte dei proprietari di seconde case, in realtà non è ricca, ha però questo capitale, che ora è diventato un problema.

Come Vendere la Seconda Casa 

Sì, perché chi oggi ha una seconda casa, magari non ha più un lavoro, oppure non guadagna più come prima che arrivasse la crisi economica,  magari ha lavorato sempre e sodo per tutta la vita, proprio per costruirsi una casa, ma ora si ritrova a dover pagare tasse molto alte, a non poter rientrare in nessun ammortizzatore sociale previsto dalla legge proprio perché esiste il reddito da fabbricato, un’aberrazione della tassazione italiana che dice che, nonostante tu sia disoccupato e non guadagni una lira, in teoria hai un reddito di migliaia di euro all’anno solo perché possessore di una o più case ( come se dalle tubazioni di suddette case scorressero fiumi di denaro invece che semplice acqua).

Qual’é il problema? Basta vendere, diranno in molti.

Risparmiare Tasse sulla Casa:

TARI 2015 Cose da Sapere Arrivano i Rimborsi sulla TARI
Novità Mercato Immobiliare 2015 Mutui nel 730 Precompilato
Come Pagare meno Tasse sulla Seconda Casa
Secondo recenti stime, in Italia ci sono oltre 3 milioni di unità abitative sfitte, che vengono usate solo per pochi giorni all’anno dagli stessi proprietari.

Vendere una casa oggi, non é così semplice. 

  • Una casa semi nuova, pagata 100 mila euro 10 anni fa, a costo di sacrifici e mutui pagati, oggi potrebbe essere valutata la metà, con una rendita catastale magari che la porta ad un valore nominale di 300 mila euro, valore completamente discordante dal valore reale di mercato, che è appunto la metà di quello pagato 10 anni fa.
  • Per non parlare poi di vecchie case, magari ridotte a ruderi, che sono state ereditate, che non conviene nemmeno più ristrutturare, perché in certi posti, le ristrutturazioni, devono seguire anche certe norme 

E’ tutto in queste cifre,  il succo della crisi del settore immobiliare in Italia. Anche in questi primi mesi del 2015 sembra che il mercato immobiliare sia arrivato ‘al fondo’ della sua crisi e che abbia iniziato a dare i primi, flebili segnali di ripresa, resta comunque  il problema per i proprietari di case delle tasse.
Vediamo alcuni trucchi per pagare meno tasse sulle seconde case:

Regalare la casa ad un familiare / amico:

  • Intestare la casa ad un familiare che non ha altre case a suo nome, é uno degli escamotage più usati per pagare meno tasse.
  • Regalare casa ad uno sconosciuto/amico: questa è una soluzione estrema che alcuni proprietari di case vecchie, magari fatiscenti hanno preso in diversi posti in Italia, case che non conveniva nè vendere ( perché fuori mercato) né tanto meno ristrutturare, in quanto le nuove norme sulla ristrutturazioni, in certi luoghi possono essere molto stringenti e portare ad un prezzo di ristrutturazione non conveniente.

Demolire la casa:

  • Questa é un’altra soluzione estrema, ma non così rara come si possa pensare. 
  • Ovviamente si parla di case vecchie e da ristrutturare, ma se si va in giro in qualche strada di campagna non molto frequentata, di questo tipo di case e casolari che sono ormai disabitati da anni ce ne sono decine in tutta Italia. Se vengono considerate case a tutti gli effetti però, la loro metratura é comunque considerata superficie abitabile dal catasto e va a formare reddito da fabbricati. Da qui la decisione di abbatterli.

Da unità abitativa ad unità collabente:

  • L’unità collabente, è un’abitazione o una parte di abitazione non abitabile a meno di non farci dei lavori di ristrutturazione importanti.
  • Grazie a questa possibilità, possiamo notevolmente diminuire i metri quadrati della Nostra rendita immobiliare, quindi tutte le tasse ad essa legate.
  • Il riaccatastamento di una unità abitativa, non é così semplice, le norme possono variare da Comune a Comune, in molti comuni i metri quadri vengono comunque considerati, anche se con una aliquota minore.

La separazione dei coniugi e la separazione delle residenze:

  • Una volta che 2 coniugi si separano e vanno ad abitare in 2 case differenti, tramite la separazione prenderanno 2 residenze diverse, quindi ognuno avrà a nome suo una sola casa, questo è il modo legale per poter fare questa cosa.
  • Se é una cosa normale fare tra coniugi che veramente si separano, questa pratica viene fatta anche in modo illegale. Due sposi FANNO FINTA di separarsi ma invece continuano a stare insieme. E’ un modo per non pagare le tasse volute, ma attenzione: NOI NON LO CONSIGLIAMO, in quanto si tratta di una vera e propria truffa ai danni dell’erario. Lo riportiamo solo perché ci risulta essere una pratica molto usata in tutta Italia.
  • Risparmiare in TASI: il proprietario di prima casa, spende meno in Tasi, quindi questo metodo può essere molto utile in questo senso.

Rendere l’abitazione inagibile:

  • Ecco un’altra soluzione estrema per pagare meno tasse sulla seconda casa, in questo modo, l’abitazione non viene più considerata inagibile, quindi possiamo dire ciao alle tasse.
  • Naturalmente stiamo parlando di case che sono vecchie, oppure ancora non sono state finite di costruire. Oltre a non avere le utenze ( luce, acqua, gas, telefono, scarichi) queste case devono avere dei lavori indispensabili da fare prima di potervi abitare ( ad esempio assenza di infissi).
  • Agevolazioni per la 1a casa
  • Tasse sulla casa

1 commento

  1. IL metodo + efficace è quello di partire x Roma e fare una "CAREZZA" ai PARASSITI, dire loro, questa è la CAREZZA DEL POPOLO….(come Papa Giovanni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *