domenica 12 ottobre 2014

Filled Under:

Governo: tagli alle pensioni minime e agli assegni sociali

L'azienda Italia ha bisogno di soldi, di tanti soldi per poter finanziare la prossima legge di stabilità : 23 miliardi di lire.
Ci saranno tagli e aumenti di tasse quindi, per poter recuperare questi soldi, e il governo pensa bene di dare dei tagli alle pensioni minime e agli assegni sociali, come?
Semplice: tagliare direttamente pensioni di circa 500 euro sarebbe troppo impopolare, allora si prende la via larga: ci saranno dei tagli indiretti alle pensioni minime, avvalendosi del modello ISEE.
Basterà infatti modificare, aumentando i parametri dell'ISEE - che permettono di usufruire di sgravi fiscali e consistente risparmio sulle varie bollette, che il gioco é fatto.

Governo: tagli alle pensioni minime e assegni sociali
  • Il Nuovo modello ISEE debutterà il 1° gennaio 2015 e saranno novità pessime per chi ha già gravissimi problemi economici.
  • Già per esempio chi non lavora e ha una casa di proprietà é svantaggiato, in quanto su una casa  di proprietà ( o più di una) grava un presunto reddito da fabbricati che di fatto esclude milioni di italiani dai parametri e gli sgravi fiscali dell'ISEE ( come se dalle pareti di una casa uscisse denaro, una vera e propria ingiustizia, questa..) 
  • "L’operazione è delicatissima" e il ministro Giuliano Poletti la sta dettagliando con “attenzione massima”, come ci fa sapere Il Sole 24h



3 commenti:

  1. Non ho ben capito ma i tagli dovrebbero riguardare l'ISEE o le pensioni minime ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che vogliamo aumentare i parametri dell'ISEE.
      Ad esempio se io prima potevo usufruire di detrazioni con un reddito ISEE inferiore di 12.000 euro da gennaio potrò usufruire di detrazioni con reddito ISEE inferiore a 15 mila euro .
      La cosa é allo studio e questo è solo un esempio, però

      Elimina
  2. Maledettissimi ladri vorrei che morissero tutti del peggiore male del mondo questi ladri

    RispondiElimina

Link, pubblicità e commenti offensivi non potranno essere pubblicati